27/01: Presentazione del libro “Rivoluzioni Violate”

Il 2011 ha visto l’insorgere delle popolazioni di numerosi paesi del Medio Oriente e del Nord Africa e l’avvio di un processo rivoluzionario, il primo del nuovo millennio, in corso ancora oggi. Gli entusiasmi iniziali si sono presto scontrati con la reazione controrivoluzionaria condotta da quei regimi che per decenni hanno tenuto i propri cittadini sotto un tallone di ferro e dalle potenze regionali e mondiali.

Grande assente invece è stata la sinistra occidentale che si è rivelata totalmente incapace di costruire dei movimenti di solidarietà internazionalista che andassero a sostenere le ribellioni della sponda orientale e meridionale del Mediterraneo preferendo invece sposare le narrazioni veicolate dagli apparati militari e adottando una lettura degli eventi mondiali fondata esclusivamente sulla geopolitica che esclude totalmente dalla propria analisi qualsiasi aspirazione e autonomia popolare.

Come militanti internazionalisti non ci interessa discutere di “primavere arabe” e “inverni islamisti” o di dover scegliere tra il sostenere dei regimi militari o le formazioni fondamentaliste, bensì riteniamo molto più utile comprendere come il 2011 abbia visto nascere esperienze di autogestione, sindacalismo conflittuale e di rivendicazione di diritti e come provare a costruire un legame solidale con chi lotta per la propria vita e il proprio futuro.

Ne discuteremo venerdì 27 gennaio dalle 17:30 presso l’enoteca comunale di Genzano (Via Giuseppe Di Vittorio, 10) in occasione della presentazione del libro “Rivoluzioni Violate – Cinque anni dopo: attivismo e diritti umani in Medio Oriente e Nord Africa” insieme a Cecilia Dalla Negra e Fouad Roueiha, co-autori dei capitoli sulla Palestina e la Siria, e con Giuliano Calisti, presidente del circolo ANPI di Genzano.

This entry was posted in iniziative and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *