Criminale è chi inquina

Lunedì 18 Giugno si è chiuso un altro processo a carico del movimento No Inc di Albano. Tutti assolti dall’accusa di interruzione di pubblico servizio. I fatti risalivano a sei anni fa. durante un presidio spontaneo di fronte la discarica a Roncigliano, per richiedere alle autorita’ competenti il perche’ di odori nauseabondi. Una normale richiesta di intervento per tutelare la salute pubblica.

Finalmente la verita’ è venuta a galla. Rivendicare i propri diritti, non puo’ essere considerato problema di ordine pubblico. Il problema di ordine pubblico rimane una discarica, quella di Roncigliano, che ha gia’ pesantemente inquinato il nostro territorio. Una discarica chiusa a seguito di un incendio e che quindi andrebbe assolutamente bonificata da chi l’ha gestita in questi anni e non riaperta per fronteggiare l’ennesima emergenza rifiuti.

Per questo ci rallegriamo del fatto che il tentativo di criminalizzare quelle donne e quegli uomini che dal 2007 si sono mobilitati evitando la realizzazione di un inceneritore ai Castelli romani, non sia riuscito.

La lotta No Inc ha salvato la salute e l’ambiente dei Castelli romani, evitando inoltre uno sperpero di denaro pubblico che avrebbe arricchito solo Cerroni, patron delle discariche del Lazio e oggi sotto processo per associazione a delinquere.

Anche con questa assoluzione si è ribadito che criminale e’ solo chi inquina e fa profitti sulla nostra salute e non chi si è messo in gioco per difendere il futuro di tutti noi.

This entry was posted in comunicati. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *